gnocchi di patate dolci e burro di rosmarino con dadini di spada



La domenica è il mio giorno preferito per preparare piatti più elaborati, dove la preparazione richiede tempo e tranquillità.
Oggi, volendo utilizzare delle patate dolci cotte al vapore ho pensato di fare gli gnocchi, ed ho aggiunto anche delle patate a pasta bianca.

ingredienti per gli gnocchi:
1 grossa patata dolce, circa 500 gr.
3 patate a pasta bianca
farina
sale

ingredienti per i dadini di spada:
3 fette spesse di pesce spada
grani di aneto
cipolla
olio d’oliva
1/2 bicchiere di vino bianco

per condire gli gnocchi
50 gr. di burro fuso
rosmarino

Ho fatto bollire le patate, con la buccia, a vapore.
Verificate prima la cottura delle patate dolci, quando sono cotte toglietele dal cestello e continuate la cottura delle altre patate.
Schiacciatele insieme ,in una grande ciotola e lasciatele raffreddare.L’ideale è cuocerle il giorno prima e lavorarle con la farina il giorno dopo, l’impasto sarà più compatto e la farina legherà meglio.
Raffreddate, cominciate ad aggiungere la farina, un pizzico di sale, e lavorarle delicatamente,lasciado assorbire la farina quanto basta perché non restino attaccate alle mani. Fate dei cilindri e tagliateli a tocchetti. Fateli bollire in abbondante acqua salata. Verificatene la cottura “assaggiando”.

Preparate il pesche spada, tagliado le fette a dadini, rosolando della cipolla con un filo d’olio d’oliva , nella solita padella antiaderente. Fate rosolare per pochi minuti, agiungente il vino, insaporite ancora 2 minuti ef infine l’aneto.

Cotti gli gnocchi, passateli nella padella con i dadini di spada, con un po’ di acqua si cottura. Versate nei piatti cospargendo il burro fuso con il rosmarino.

Annunci

3 pensieri riguardo “gnocchi di patate dolci e burro di rosmarino con dadini di spada

  1. Il problema di alcune patate, comunque, è quello di avere troppa acqua nella loro consistenza; di conseguenza quando si impastano non legano uniformemente con la farina, ma creano i cosiddetti "grumi", sicchè la preparazione diviene un po’ più dura. Le patate rosse calabresi della Sila , invece, hanno poca acqua sia per il fatto che viene coltivata ad un'altezza di 1000 m e più (patata di alta montagna), sia per la particolarità dello specifico tubero; quando la si impasta con la farina si lega perfettamente con essa senza formare grumi. Avrete così una consistenza di farina e patata in ugual misura, così da aver il vero gnocco di patate. Considerazioni analoghe possono farsi nelle preparazioni di gateau, purè, ed altri sfornati.E che dire se la patata rossa poi la si sperimenta come patata fritta?? Ammesso sempre che riusciate a mangiarla prima dei vostri figli. Giorgio Candia saporidellasibaritide

    Mi piace

  2. ….questo piatto è un’ottima idea per il Natale! Peccato non ci sia tu a cucinarlo….!!! Ma per quante persone è?Saluti dai residenti di Via delle rose ;)Luca, Marinella e Ada

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.